>
Un Viaggio alla scoperta del Cambiamento
13
apr
2015

Milano Design Week 2015 @ #mirtdesigntour

Un vero e proprio proliferare di novità e tendenze che il team di Milano Retail Tour si propone di scoprire, mostrarvi ed interpretare, chiamando anche voi a partecipare in prima persona a questa esplorazione sul campo! Seguite su Twitter l’hashtag #mirtdesigntour e condividete le vostre fotografie e le vostre impressioni sui luoghi visitati e sulle esperienze vissute.

Una delle settimane più attese dell’anno è finalmente arrivata: dal 14 al 19 Aprile si terrà la Milano Design Week durante la quale la città ospiterà il Salone del Mobile e il Fuorisalone:  un proliferare di eventi, esposizioni, installazioni, mostre che invadono la vita cittadina. Una molteplicità di stimoli che stuzzicano orizzonti paralleli generando network proficui fra contigui mondi creativi.
Nato come estensione del tradizionale Salone del Mobile, il Fuorisalone si è sviluppato e potenziato negli anni coinvolgendo le zone più innovative e creative di Milano con iniziative dal rilevante valore creativo. Un fermento in fieri che quest’anno si mescola con i flussi legati ad Expo proponendo una contaminazione di settori a metà strada fra gli ambiti del design, dell’arte, del food, del fashion che contagiano e conquistano i luoghi del retail.
Vi lasciamo con qualche suggestione su alcune delle zone in cui potrete trovarci. 

Brera Design District
Illustre distretto storico del design italiano, cuore pulsante dell’arte5 e del commercio milanese, lega la sua identità al mondo del fashion con spiccati riferimenti ad una attenta sensibilità estetica. Tra i 137 appuntamenti segnaliamo la presentazione della nuova linea Etro; le sculture di ferro realizzate dall’artista giapponese Chizu Kobaiashy negli spazi di 120% Lino e l’innovativa proposta Samsung che, con Embrace, catturerà l’attenzione degli spettatori  coinvolgendoli in un’esperienza digital polisensoriale.

Ventura & Lambrate
Spazio innovativo dedicato ai talenti emergenti, unisce il recupero e la riqualificazione di ex zone industriali al gusto pulito del design nordico.  Fil rouge fra le esposizioni è l’attenzione ai temi della sostenibilità ambientale, il fashion e l’ibridazione fra digital e analogico. Da non perdere: Project EGG una piccola struttura, realizzata dallo Studio Michiel van der Kley con 4.760 pietre diverse create con una stampante 3D; Venice>>Future nato dalla collaborazione fra i Mastri vetrai di Murano e la galleria Subalterno1 che interpretano il sapere delle tecniche artigianali declinandolo sui codici binari della stampa 3D in ceramica. The Body Time Machine: la macchina del tempo corporea realizzata dalla designer Tomomi Koseki che, con i suoi capi d’abbigliamento di enormi dimensioni, trasporta la mente verso effetti di straneamento.

5 Vie art+design
Nella sua seconda edizione, dedicata  al progettista milanese Luigi Caccia Dominioni, si apre al pubblico con una serie di ricche iniziative che sanciscono la cooperazione fra negozi, atelier, cortili di palazzi storici e luoghi d’arte. Presso lo Spazio Sanremo sarà possibile visitare Exercises in seating la monografica del designer e scultore Max Lamb; il Giardino del Terraggio Green Island che porta la tradizione dell’apicultura nel centro della città; la galleria The Pool NYC presenterà al pubblico i lavori dell’artista americano Patrick Jacobs, un gioco di luci e riflessi che mostreranno da diverse prospettive l’interno della casa dell’artista. Citiamo infine il ritorno del designer olandese Marten Bass, premiato lo scorso anno con il Best Impact Award grazie alla mostra Bass in Town, il quale ci propone una collezione di lampade per Den Herder Production House.

You may also like

Retail, il 20% degli investimenti è destinato all’innovazione digitale
Startup che innovano il negozio sfidano i big dell’e-commerce
I punti vendita dopo Apple
Art for Sale, arte da vendere arte per vendere

Leave a Reply